Posts Taggati ‘terzo valico’

No Terzo Valico, ancora in strada contro COCIV. Che non si presenta

Scritto da admin on . Postato in CANTIERI, INIZIATIVE, NEWS

Una cinquantina gli attivisti presenti. Nessuna traccia del cociv di Katia Bonchi da genova24.it

Genova. Presidio del movimento no tav questa mattina a Pontedecimo in via Coni Zugna davanti al terreno che secondo il Cociv sarebbe già stato regolarmente espropriato mentre secondo il movimento no tav no. Ieri i comitati che partecipano al coordinamento hanno indetto un presidio, cominciato alle 6.30 di questa mattina, in seguito a notizie secondo le quali il Cociv questa mattina avrebbe effettivamente espropriato il terreno (iniziando i lavori per il bypass di PonteX. ndr).

LUNEDI’ 9 MARZO H 17.30- CAMPOMORONE: CASELLI NON è BENVENUTO

Scritto da admin on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

TAV: CASELLI, CORTEO DOMANI SIA PACIFICO
LUNEDI’ APPUNTAMENTO ORE 17.30 A CAMPOMORONE DAVANTI ALL’INGRESSO DEI GIARDINI (CINEMA AMBRA).
Anche se per un  semplice volantinaggio  è importante essere in tanti per dare un segnale forte.
Lunedi’ l’ex procuratore Gian Carlo Caselli sarà a Campomorone a parlare di mafia e legalità ai ragazzi delle scuole medie.
Gian Carlo Caselli è il principale responsabile della crociata giudiziaria scientificamente portata avanti nei confronti del movimento No Tav (dalle accuse di terrorismo a seguito dei sabotaggi, all’accusa allo scrittore Erri De Luca per aver semplicemente espresso la propria idea sulla TAV, ad una generale criminalizzazione del movimento no tav).
Il fatto che in questo momento venga a parlare a Campomorone, non puo’ evidentemente essere un caso; una certa area politica, sostenitrice di TAV e Terzo Valico, ha necessità di rafforzare il proprio consenso da un lato e denigrare i contrari al Terzo Valico dall’altro, chiamando questo personaggio, anticamente largamente ben visto dall’opinione pubblica.
Giovedi’ in assemblea di coordinamento no terzo valico si è deciso lunedi’ di essere presenti a Campomorone, far un presidio all’esterno per volantinare a chi deciderà di portare i propri figli a sentire Caselli.
Chissà che qualche bambino particolarmente sveglio, non chieda perché se lui è il nemico numero uno della mafia, invece di prendersela con i no tav, non abbia fermato i mafiosi che stanno inquinando e distruggendo le colline intorno a casa?
Perché se bisogna portare da casa la carta igienica a scuola, visto che non ci sono i soldi,  per quelle cose invece i soldi ci sono?
Partecipa e diffondi!

Cantiere TAV di Arquata Scrivia: è un fuggi fuggi delle ditte. Cantiere chiuso

Scritto da admin on . Postato in NEWS

stigChi lotta molto spesso ha il polso della situazione. Ancora una volta, i no tav hanno dimostrato di avere occhi aperti e orecchie attente a ciò che si muove o che si dice riguardo a COCIV, cantieri e lavori del Terzo Valico. E la notizia fatta circolare dai siti no tav terzo valico nei giorni scorsi si è dimostrata vera: i lavori al cantiere di Radimero, dove da progetto dovrà essere portata “la talpa” per scavare questo tanto osannato Terzo Valico, si sono ufficialmente fermati. Le ditte subappaltanti Preve di Cuneo, Opg di Napoli e Saos di Frosinone, Sif di Casoria hanno fermato i lavori, messo in cassa integrazione 25 operai e disdetto gli affitti degli alloggi di Gavi dove risiedevano. La ragione: mancati pagamenti del Cociv alle sue ditte, debiti di COCIV per 1,8 milioni di Euro che, di fatto, li avrebbe messi nella condizione di non riuscire più a garantire gli stipendi. Cociv a sua volta scarica il barile a RFI (gruppo FS) che tace. Evidentemente, tutti gli strilli dei giornali, dei ministri, degli assessori regionali sui finanziamenti del Terzo Valico non sono mica poi così tanto veri: i finanziamenti traballano, la coperta economica è corta, e tutto ciò lo dimostra.

Esproprio bloccato, ma COCIV oltrepassa la soglia del ridicolo

Scritto da admin on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

10167929_10205255566562275_5826403725853933876_n

Riguardo alle menzogne diffuse a mezzo stampa dal Co.Civ in cui afferma di aver completato l’esproprio, e tutte le servili redazioni giornalistiche di regime a stendergli il tappetto rosso…

Dalle 6 di questa mattina 18 febbraio 2015  il presidio per fermare l’esproprio di Pontedecimo in Via Coni Zugna ha preso forma e per tutto il giorno è stato molto partecipato. Qui vorrebbero costruire una strada scellerata con 13 piloni all’interno del Fiume Polcevera.

Co.Civ per tutta la giornata non si è neppure avvicinato all’area interessata e quindi l’esproprio è stato senza alcun dubbio impedito.

Gli avvocati del Movimento No Tav Terzo Valico inoltre, in presenza sia dei diretti interessati, sia di alcuni agenti della Digos, hanno mostrato a Co.Civ come l’intestatario della notifica di immissione in possesso  fosse errato e quindi la notifica stessa non valida e da rifare.

Intorno alle 11 e 30 (l’ora indicata sulla notifica per l’immissione in possesso) al presidio erano presenti un centinaio di persone, oltre ad alcuni giornalisti della RAI  e una troupe di Report, ma di Co.Civ nessuna traccia. Tutti i presenti ben consapevoli di cio’ che stava accadendo: il Co.Civ non ha mai provato ad avvicinarsi.

Error: Only up to 6 modules are supported in this layout. If you need more add your own layout.

SOSTIENI LA LOTTA!

I NOSTRI…

notavterzovalico.info

Read feed