Posts Taggati ‘notav’

17 novembre 2012: la valpolcevera in strada

Scritto da admin on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

IL T.A.V. PASSA DA GENOVA… …e i lavori sono iniziati. LO SAI? Il progetto T.A.V., Treno ad Alta Velocità, Genova-Milano detto “TERZO VALICO” PASSERA’ PER LA VALPOLCEVERA E SIGNIFICHERÀ DEVASTAZIONE AMBIENTALE e SALUTE COMPROMESSA: – Una galleria di 39 Km all’interno dell’Appennino dove è appurata la presenza di rocce contenenti fibre di AMIANTO, il quale una volta portato in superficie esporrà tutti noi al rischio di contrarre TUMORI – Decine di CAVE, sparse fra le province di Genova e Alessandria, che ospiteranno lo SMARINO – Gli scavi delle gallerie PROSCIUGHERANNO SORGENTI, PROVOCHERANNO FRANE e comprometteranno le falde acquifere mettendo a rischio gli stessi acquedotti. – Il passaggio di oltre 500 camion al giorno per le strade della VALPOLCEVERA stravolgerà la circolazione, la vivibilità e la salute (inquinamento da polveri sottili) della nostra valle per i prossimi 20 ANNI

“Non solo un treno…La democrazia alla prova della Val Susa”

Scritto da admin on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

AL Csoa Zapata Livio Pepino e Marco Revelli presentano il loro ultimo libro: “Non solo un treno…La democrazia alla prova della Val Susa” ore 21,00 mercoledì 17 ottobre 2102   Tutto è cominciato più di vent’anni fa, in un altro secolo in cuila globalizzazione felice prometteva benessere crescente e illimitato per tutti e per sempre. Allora si pensò di scavare, in una montagna piena di amianto e di uranio, una galleria di oltre 50 Km., per far correre tra Torino e Lione un treno capace di trasportare una quantità crescente di persone e di merci intempi sempre più ridotti. L’opposizione di una valle, preoccupata della salute propria e dei propri figli, bloccò l’opera e impose rilevanti modifiche del progetto originario.

Quando la CMC fu condannata per disastro ambientale…

Scritto da admin on . Postato in DOCUMENTI, NEWS

…era il 16 marzo 2009… Da terrelibere.org “Aver drenato e disperso dall`inizio dei lavori la somma complessiva di non meno di 44.933 milioni di metri cubi di acqua nel territorio della Comunità Montana del Mugello`: questo uno dei primi capi di imputazione a carico. Ma c`è di peggio. Dopo la scomparsa di decine di pozzi e sorgenti, e la morte fisica e biologica di preziosi torrenti appenninici, in alcune aree si ipotizza che si stiano intaccando riserve profonde, acque “di lunga circolazione`. Secondo “L`espresso` del 4 marzo, l´inchiesta sui danni causati dai cantieri Tav era divisa in due filoni principali: quello della contaminazione dei terreni e delle acque per effetto dello smaltimento delle terre e dei fanghi delle lavorazioni in galleria, e quello del drammatico prosciugamento delle sorgenti e dei fiumi del Mugello, una delle regioni più ricche di acqua d´Italia. Secondo le accuse, a causa dei lavori in galleria e della intercettazione «selvaggia» delle acque di falda, si sono seccati 57 km di fiumi, la portata di altri 24 km di corsi d´acqua si è drasticamente ridotta, sono state prosciugate 37 sorgenti e 5 acquedotti.

Quelle bandiere No Tav ai cortei studenteschi di Genova e Alessandria

Scritto da admin on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

Una giornata straordinaria quella di oggi per gli studenti italiani che in centinaia di migliaia si sono ripresi le strade e le piazze delle città per protestare contro il Governo che sta demolendo pezzo dopo pezzo la scuola pubblica di questo paese. Non casualmente nella manifestazione genovese con migliaia di studenti e in quella alessandrina con centinaia sventolavano le bandiere No Tav.
Error: Only up to 6 modules are supported in this layout. If you need more add your own layout.

SOSTIENI LA LOTTA!

I NOSTRI…

notavterzovalico.info

Read feed