Posts Taggati ‘alluvione’

L’ARROGANZA NON HA FINE. BLOCCHIAMO IL TAV OGGI, SEMPRE.

Scritto da admin on . Postato in CANTIERI, NEWS

20150320_terzovalicoChi vuole sapere cosa sia l’Alta Velocità in Italia e a Genova oggi non deve più necessariamente affidarsi alle analisi e denunce che i Notav esprimono da anni ma può, molto più semplicemente, leggere la cronaca dei giornali di questi giorni (e la realtà come al solito ha superato l’immaginazione).

Tangenti di miliardi, infiltrazioni mafiose e ministri arrestati per l’intero sistema italiano dell’Alta Velocità (e più in generale delle Grandi opere). Tradotto sul fronte ligure-piemontese del Terzo Valico: mazzette e tangenti di vario genere ed entità; cemento consapevolmente riversato nei fiumi (alla Castagnola); operai feriti gravemente nei cantieri (a Campomorone e Isoverde almeno tre volte in poche settimane); altri operai e ditte non pagati da mesi da Cociv, con conseguente chiusura di cantieri in basso Piemonte; lavoro sul territorio non indotto ma al contrario derubato (decine di migliaia di euro di debiti contratti da Cociv nelle trattorie e nei bar vicini ai cantieri); addirittura un prete suicidato nel porto di Livorno la cui scheda sim da morto è stata utilizzata da architetti del Terzo Valico per i loro loschi affari. Un disegno inquietante, torbido e vomitevole di ciò che rappresenta il TAV e il sistema che lo genera.

VERGOGNA

Scritto da admin on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

vergoVERGOGNA! È comparso scritto a caratteri cubitali sul muro dentro al cantiere del Terzo Valico del Maglietto.

VERGOGNA! è quello che pensano in tantissimi quando passano li’ davanti.

VERGOGNA! A chi parla di controlli, sapendo benissimo che non si puo’ controllare proprio niente.

VERGOGNA! A chi non perde l’occasione per parlare di cura dell’esistente, consumo del territorio e sostenibilità ambientale, mentre sta favorendo tutto questo.

VERGOGNA! A chi parlava di pochi passaggi di camion, mentre centinaia di mezzi pesanti, ogni giorno, inquinano le nostre valli e rendono invivibili e sempre piu’ pericolose le nostre strade.

VERGOGNA! Perché mentre sono tantissime le strade chiuse dopo l’alluvione, Co.Civ, con soldi pubblici, sta allargando strade per curare i propri interessi.

VERGOGNA! Perché ogni euro speso per il Terzo Valico è un Euro rubato a qualcosa di utile per tutti.

Questa Mega scritta deve aver dato proprio fastidio, visto che stanno provando in tutti i modi a cancellarla!…la scritta la potrete anche cancellare, ma la VERGOGNA no, quella resta …

Valverde, 13 dicembre: il significato di una giornata senza camion

Scritto da admin on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

ok1Oggi, anche se solo per un giorno, la Valverde è stata liberata dai camion restituendola così alla tranquillità che si merita! Avanti così … dagghe notav!!!”

Così, con questa giusta nota di soddisfazione e sollievo, si è conclusa la bella giornata di lotta di sabato 13 dicembre in Valverde. Al grido di “Il Terzo valico provoca dissesto. Mettiamo in sicurezza il territorio”, il centinaio e oltre di persone che si sono avvicendate dalle 7 del mattino alle 17 del pomeriggio in località Campora per bloccare i mezzi destinati ai cantieri dislocati nei pressi di Campomorone e Isoverde (campo base del Maglietto e galleria di servizio di Isoverde-Cravasco) hanno ottenuto ciò che volevano: i cantieri sono rimasti chiusi per l’intera giornata. La giornata ha dimostrato una volta di più che quando la lucidità e la determinazione si accompagnano 

Terzo valico, amministratori e frane

Scritto da admin on . Postato in NEWS

trastaGlielo avessero detto qualche anno fa che la Valpolcevera è un territorio così fragile, forse quei bontemponi di Cociv avrebbero scelto un’altra location dove concentrare i loro sforzi, ma tant’è ce li ritroviamo qui, indaffarati più che mai a portare avanti la loro devastazione.

Sarà un caso, ma ovunque ci sia un cantiere attivo, si sono create situazioni di dissesto che prima non si erano mai viste, con casi di reale pericolo per le persone che vivono, lavorano o semplicemente transitano nelle zone dei cantieri.

Da Trasta, con la frana che ha causato il deragliamento del freccia bianca, a Cravasco, con il cedimento della strada nei pressi della cava, tutto il territorio risulta ferito dai cantieri e dal degrado che essi hanno generato.

Error: Only up to 6 modules are supported in this layout. If you need more add your own layout.

SOSTIENI LA LOTTA!

I NOSTRI…