No Terzo Valico, ancora in strada contro COCIV. Che non si presenta

Scritto da noterzovalico on . Postato in CANTIERI, INIZIATIVE, NEWS

Una cinquantina gli attivisti presenti. Nessuna traccia del cociv di Katia Bonchi da genova24.it

Genova. Presidio del movimento no tav questa mattina a Pontedecimo in via Coni Zugna davanti al terreno che secondo il Cociv sarebbe già stato regolarmente espropriato mentre secondo il movimento no tav no. Ieri i comitati che partecipano al coordinamento hanno indetto un presidio, cominciato alle 6.30 di questa mattina, in seguito a notizie secondo le quali il Cociv questa mattina avrebbe effettivamente espropriato il terreno (iniziando i lavori per il bypass di PonteX. ndr).

No Tav, la protesta arriva in città

Scritto da admin on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

A5dal secoloxix Domenica Canchano

Genova – Dalla Valpolcevera in centro città. Per riaffermare un no secco, senza se e senza ma, alle grandi opere. Gli attivisti dei tre movimenti No terzo Valico, Movimento di lotta per la casa, e No Gronda si ritroveranno oggi pomeriggio dalle ore 15 in tre piazze centrali della città: piazza Fossatello, piazza san Lorenzo e via san Vincenzo. Coinvolgere tutta la cittadinanza in una comunicazione diffusa, diretta, dal basso: è questa la nuova linea d’azione perseguitata dai “No tav”.

«Dopo l’ennesima alluvione che ha portato morte e frane – spiegano gli organizzatori che hanno nel mirino – il Comitato d’affari alla guida di Comune e Regione». Protesta e proposta: «invece di promuovere infrastrutture faraoniche – sostengono gli antagonisti – vanno aperti i cantieri per la cura del territorio, degli istituti scolastici e del patrimonio residenziale pubblico abbandonato».

…sacrosante verità

Scritto da admin on . Postato in NEWS

  Pubblichiamo questa risposta di un cittadino di “Valverde no tav” in un scambio di opinioni con un consigliere comunale di maggioranza di Campomorone, perché esprime un sentimento largamente diffuso e sacrosante verità.
“..Io sono felice del fatto che ci sia dialogo fra le istituzioni locali e il movimento no tav. …quando questo avviene io tiro fuori tutto, opinioni, dati, fatti. …mi reputo in questa vicenda puro come un cristallo, …certo che, quando si dialoga, mi aspetto lo stesso atteggiamento dalla controparte… invece parlando con voi c’è sempre qualcosa che manca… noi vi critichiamo ferocemente le scelte e gli atti che fate, voi invece ci dite che minacciamo di morte il sindaco, che raccogliamo firme false (magari dopo le primarie regionali questo argomento vi è un po’ meno caro), che blocchiamo i trasporti eccezionali e quindi permettete che lì facciano come vogliono… Voi non siete indipendenti… Voi fate una battaglia ideologica contro i no tav….. Qualcuno vi ha affidato il compito di far sì che l’ opera non subisca intoppi, e voi obbedienti eseguite…

CASELLI A CAMPOMORONE E L’IPOCRISIA DI UNA CLASSE POLITICA

Scritto da admin on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

Gian_Carlo_CaselliLunedi’ 9 marzo l’ex procuratore Gian Carlo Caselli ha incontrato le scuole medie di Campomorone, tema della serata: mafia, legalità e terrorismo.

Anche se non erano poi molti i ragazzi presenti in sala, alcune riflessioni partendo da questa serata vorremmo farle.

I fatti della “crociata giudiziaria” che Caselli ha portato avanti per screditare “politicamente” il movimento no tav sono gravissimi e di portata nazionale: dalla costruzione dell’accusa di terrorismo per un sabotaggio (accusa poi caduta, ma che nel frattempo ha rubato un anno di vita a 4 persone in carcere, per aver danneggiato un compressore), all’accusa allo scrittore Erri De Luca per aver semplicemente espresso la propria idea sulla TAV, ad una generale criminalizzazione del movimento no tav, nel tentativo, nemmeno troppo velato, di indebolirne le proprie ragioni ed il largo consenso di cui gode.

Alcune domande quindi sorgono spontanee:

Perché questo personaggio (da sempre molto vicino al PD), cosi’ controverso in questo momento, viene a parlare in uno dei luoghi della lotta al Terzo Valico? Per di piu’ davanti a ragazzi minorenni, in un contesto quindi dove qualsiasi contestazione sarebbe stata facilmente strumentalizzabile? Le Istituzioni parlano tanto di stemperare gli animi e poi organizzano questa serata, sapendo benissimo che sarebbe stata percepita come una provocazione?

A pensar male, qualche volta, e sul Terzo Valico quasi sempre, ci si prende.

SOSTIENI LA LOTTA!

I NOSTRI…

notavterzovalico.info

Read feed