Diede il via ai lavori del Terzo Valico: arrestato per il Tav di Firenze

Scritto da valpolcevera on . Postato in DOCUMENTI, NEWS, STUDIO

da notavterzovalico.info

Solo ieri ci sono state le clamorose novità nell’ambito dell’inchiesta sul TAV di Firenze, con gli arresti domiciliari per la presidente di Italferr Maria Rita Lorenzetti, ex Presidente della Regione Umbria, di area PD.

Tra i numerosi articoli dedicati all’argomento, richiama l’attenzione quello de Il Fatto Quotidiano, intitolato Tav Firenze, quando la Lorenzetti chiamò la Finocchiaro: “Walter è uno bravo”.

Sorge spontanea la curiosità: chi sarà mai questo bravo Walter e cosa avrà mai fatto per esserlo?

NOTE SUL TERZO VALICO DEI GIOVI

Scritto da valpolcevera on . Postato in DOCUMENTI, INIZIATIVE, NEWS, PROGETTI, STUDIO

Di Mauro Solari & Bruno Marcenaro – Genova settembre 2013 Premessa

Recentemente si è è avuto un rilancio delle motivazioni a favore del terzo valico a fronte della resistenza dimostrata dalla popolazione interessata ai lavori propedeutici all’opera (espropri, incremento di traffico, rischi ambientali). In particolare il PD ha costituito un gruppo di suoi tecnici (gruppo infrastrutture) con l’obiettivo di contrastare la propaganda NO-TAV, motivando le ragioni per cui sono favorevoli, anzi tra i più forti sostenitori, di questa opera, nonostante che il loro ex-segretario Bersani, da ministro, tolse la concessione per la realizzazione del terzo valico a COCIV

[comunicato] No Tav Terzo Valico Tortona

Scritto da valpolcevera on . Postato in DOCUMENTI, INIZIATIVE, NEWS

cavaIl Sindaco Berutti e le cave di Tortona E’ con grande preoccupazione che abbiamo appreso come, in occasione della discussione dell’aggiornamento del Piano Cave per i lavori del terzo valico  ( alta velocità Genova-Tortona ), mentre da una parte si stralciava la cava di Sezzadio in seguito alla forte opposizione degli abitanti e dei Comitati e, mentre diversi sindaci tra cui quelli di Pozzolo e Pontecurone prima e quello di Alessandria dopo hanno tirato il freno a mano sul deposito di materiali tossici nelle cave del proprio territorio, dall’altra il Sindaco di Tortona si sarebbe offerto di ospitare i materiali di risulta degli scavi dell’alta velocità (con amianto,piombo,cadmio e diversi additivi schiumogeni ricchi di sostanze chimiche tossiche ) nelle 3 cave tortonesi di Castello Bollo, Castellotto 1 e Castellotto 2.. Le cave hanno una capienza di: 308.148 mt. cubi potenziali in Castello Bollo, 251.852 mt.cubi potenziali in Castellotto 1 e 200.000 mt.cubi potenziali in Castellotto2 (queste 2 ultime si trovano all’altezza dello svincolo autostradale di Tortona). E QUESTO SOLO PER I PRIMI LOTTI DI LAVORI.

Error: Only up to 6 modules are supported in this layout. If you need more add your own layout.

SOSTIENI LA LOTTA!

I NOSTRI…

notavterzovalico.info

Read feed