Posts Taggati ‘valverde’

CONTRO COCIV UN ESPOSTO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA.

Scritto da admin on . Postato in CANTIERI, INIZIATIVE, NEWS

cociv_torrenteverdeCOCIV INQUINA IL TORRENTE VERDE, VALVERDE NO TAV INOLTRA UN ESPOSTO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA.

Il 5 febbraio 2015 il torrente Verde ha assunto per chilometri una colorazione grigiastra anomala.

Fatto accaduto in passato anche altre volte, per esempio il  21 dicembre 2014 a seguito degli sversamenti dal Cantiere di Cravasco venne richiesto l’intervento dell’ARPAL, ma il tutto svani’ nel nulla…Il 5 febbraio invece dopo la segnalazione di alcuni abitanti al comitato locale, alcune persone della zona assieme ad un tecnico qualificato per il prelievo di campioni in scarichi industriali, raggiungono lo scarico del Cantiere Cravasco quando ancora dal tubo si  sta riversando un liquame grigio scuro nel Torrente.

TRA TANGENTI E MAZZETTE COCIV SMALTISCE UNA DISCARICA ABUSIVA A CAMPOMORONE

Scritto da admin on . Postato in CANTIERI, NEWS

Scavando (qualunque sia il motivo per cui lo si fa) capita di imbattersi in cose che il tempo aveva ormai sepolto agli occhi e alla memoria della gente. Succede quasi sempre di riportare alla luce reperti archeologici più o meno importanti con grande dispiacere di committenti ed esecutori che si vedono rallentare i lavori. In Valverde NO. Non sono reperti archeologici ad essere riportati alla luce, bensì un’antica discarica abusiva e in questo caso i lavori subiscono un’accelerata anziché fermarsi. Da qualche settimana grossi camion della Ditta “Gualdi Alessio”, già indagata per truffa a danni dello Stato leggi qui maxifrode sui rifiuti (e non si capisce come possano continuare ad ottenere appalti pubblici) stanno operando nel cantiere del Maglietto portando via il materiale di quella “archeodiscarica” (terra contaminata da detriti di edilizia quali plastica, metalli vari, copertoni di auto e camion), stanno bonificando, direbbe qualcuno, conferendo il tutto a Novi Ligure in quanto Scarpino non disponibile. Quel che sappiamo è che Cociv ha a suo tempo informato il Comune di Campomorone della comparsa di quella discarica per evitare di essere accusati, immaginiamo.

…sacrosante verità

Scritto da admin on . Postato in NEWS

  Pubblichiamo questa risposta di un cittadino di “Valverde no tav” in un scambio di opinioni con un consigliere comunale di maggioranza di Campomorone, perché esprime un sentimento largamente diffuso e sacrosante verità.
“..Io sono felice del fatto che ci sia dialogo fra le istituzioni locali e il movimento no tav. …quando questo avviene io tiro fuori tutto, opinioni, dati, fatti. …mi reputo in questa vicenda puro come un cristallo, …certo che, quando si dialoga, mi aspetto lo stesso atteggiamento dalla controparte… invece parlando con voi c’è sempre qualcosa che manca… noi vi critichiamo ferocemente le scelte e gli atti che fate, voi invece ci dite che minacciamo di morte il sindaco, che raccogliamo firme false (magari dopo le primarie regionali questo argomento vi è un po’ meno caro), che blocchiamo i trasporti eccezionali e quindi permettete che lì facciano come vogliono… Voi non siete indipendenti… Voi fate una battaglia ideologica contro i no tav….. Qualcuno vi ha affidato il compito di far sì che l’ opera non subisca intoppi, e voi obbedienti eseguite…

Grandi Opere Inutili e Incidenti sul lavoro

Scritto da admin on . Postato in CANTIERI, NEWS

Non basta la devastazione del territorio, non basta il furto di denaro pubblico, non basta il taglio dei servizi pubblici, non basta il finanziamento a politicanti e organizzazioni criminali, dobbiamo sopportare anche gravissimi incidenti sul lavoro!?

Ancora un incidente, ancora autoambulanze dentro i cantieri del Terzo Valico. Oggi 2 operai feriti, di cui uno gravemente, dentro al cantiere di Cravasco, sembra a causa dello scoppio accidentale di una mina. Un mese fa un ragazzo senegalese restava ferito gravemente al Maglietto, schiacciato da un camion, probabilmente carico di smarino (che li’ non dovrebbe neppure andare), ancora prima un altro incidente al cantiere di Trasta. In un comunicato Co.Civ afferma di “effettuare le necessarie valutazioni tecniche”, ma da quando pompieri a autoambulanze hanno lasciato il cantiere, le betoniere e i mezzi di cantiere hanno ripreso immediatamente a circolare. Nemmeno dinnanzi all’ennesimo incidente, Co.Civ ferma la propria macchina devastatrice, e, a quanto pare, nessuno la fa fermare. Vergogna, vergogna, vergogna.

Error: Only up to 6 modules are supported in this layout. If you need more add your own layout.

SOSTIENI LA LOTTA!

I NOSTRI…