Archivio Autore

Un milione e mezzo di euro per svendersi l’anima

Scritto da valpolcevera on . Postato in NEWS

2014-11-05 14.05.32

Un milione e mezzo di euro del COCIV (ovvero nostri) per svendersi l’anima e regalare la propria dignità non sono bastati anche per stare in sicurezza all’interno delle mura benedette dal Prete. Quello stesso Prete che dal pulpito sacro ha rivendicato la lauta mazzetta del COCIV oggi dovrà spendere qualche preghiera in più e ringraziare il cielo che non ci sia stata una tragedia in questa Valpolcevera che sempre di più somiglia alla temibile ValBisagno per la devastazione del proprio territorio. Infatti oggi è caduto il muraglione dell’Asilo a Pontedecimo e i bambini sono stati evacuati dalla Protezione Civile. Quasi un altro simbolo (forse un monito? un’indicazione profetica?) dopo la frana di Trasta che ha convolto 100 persone.

   

Bernini nel paese delle meraviglie

Scritto da valpolcevera on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

risposta difesa territorio la vergognosa e menzoniera risposta di Bernini alle richieste di Antonio Bruno in Consiglio Comunale riguardo al deragliamento del Frecciabianca. Bernini arriva a mentire sulla localizzazione, sulla proprietà giocando sull’equivoco del terreno confinante a bordo binari. Tira addirittura fuori pericoli provenienti da terreni fuori dal cantiere che potrebbero causare al medesimo danni

Di seguito la risposta dei consiglieri Bruno e Ghiglione.

La Valle Bormida sconfigge multinazionali e Cociv

Scritto da valpolcevera on . Postato in NEWS

Riceviamo dai Comitati di Base della Valle Bormida e pubblichiamo.

Cari amici e compagni questa sicuramente è un ottima notizia per tutti quelli che si battono per la difesa del territorio contro la prepotenza delle multinazionali dei rifiuti e dell’alta velocità. Nella Valle Bormida in provincia di Alessandria abbiamo iniziato una lotta durissima contro la Ricoboni di Parma che voleva portare nella cava di Cascina Borio 1.700.000 tonnellate di rifiuti compresi quelli del terzo valico. Volevano portare  660.000 metri cubi nella stessa cava.

Disastro di Viareggio, Presidio a Lucca di fronte al Tribunale

Scritto da valpolcevera on . Postato in INIZIATIVE, NEWS

Incendio sviluppatosi dopo l’innesco del gas alla stazione di Viareggio

Venerdì 7 novembre 2014 via Galli Tassi 61, dalle ore 08.30 alle ore 12.30 Denunciare sentenze vergognosamente scandalose è un dovere, prima ancora che un diritto

Tre anni fa, 7 novembre 2011, Riccardo Antonini, ferroviere di Rfi, è stato licenziato “per essersi posto in evidente conflitto di interesse con la società”. Il motivo vero è l’impegno a fianco dei familiari nella straordinaria mobilitazione iniziata dopo la strage ferroviaria del 29 giugno 2009. L’accusa di aver partecipato all’incidente probatorio gratuitamente per familiari e sindacato è un ridicolo pretesto. L’accusa di aver offeso Moretti, Ad delle ferrovie, alla Festa del Pd a Genova il 9 settembre 2011, è un bieco pretesto. Così non è stato per i giudici del lavoro, sigg. Luigi Nannipieri di Lucca , Giovanni Bronzini, Gaetano Schiavone e Simonetta Liscio di Firenze.

Infatti …

Error: Only up to 6 modules are supported in this layout. If you need more add your own layout.

SOSTIENI LA LOTTA!

I NOSTRI…